Arte & Cultura

Il modo migliore per scoprirla, con la cultura e le sue tradizioni, è viverla in prima persona visitando i tanti luoghi che molto hanno da raccontare

La Cultura
Dal Museo Napoleonico alle feste popolari: tutto è cultura nel Garda Veneto

Se ami la cultura, in tutte le sue declinazioni, scommetti che riusciremo a stupirti? Come? Con la stagione lirica all’Arena di Verona, celebre in tutto il mondo, o con le rassegne del Teatro Romano sempre nella città scaligera, ma anche con i mille concerti itineranti, gli spettacoli, le manifestazioni e gli eventi che animano i centri storici e il lungolago dei nostri borghi, soprattutto durante la bella stagione.

Oppure con i musei vanto dei nostri paesi, come il Museo Napoleonico a Rivoli Veronese, da visitare insieme al cosiddetto Monumento napoleonico, costruito sui resti di una colonna alta venti metri, poi distrutta. Fu lo stesso Bonaparte a volerla, per celebrare la vittoria sugli austriaci ottenuta con la Battaglia di Rivoli del 1797, evento che valse il nome alla centralissima via di Parigi Rue de Rivoli.

Meritano una visita anche i musei che raccontano delle nostre tradizioni come la pesca e la coltivazione degli olivi e delle viti: il Museo Etnografico Mantovani, nel centro di Castelletto di Brenzone sul Garda, o il Museo della pesca e delle tradizioni locali a Peschiera del Garda.

Ci piace anche organizzare iniziative, convegni, laboratori e degustazioni in luoghi speciali, dove volendo si possono acquistare le eccellenze del nostro territorio, come al Museo dell’Olio di Cisano e al Museo del Vino, a Bardolino. Ci sei mai stato?

Sempre in tema di tradizioni, se vuoi partecipare ad un evento suggestivo ed emozionante non perderti, a Pasqua, la Via Crucis Vivente di Castelletto di Brenzone sul Garda o la festa dei Santi Patroni Benigno e Caro, a Malcesine a fine luglio, con i fuochi di Sant'Anna sul lungolago!

E per quale gonfalone vuoi fare il tifo, a Ferragosto, al prossimo Palio delle Contrade di Garda, festa storica dei pescatori, quando i nove equipaggi inizieranno a vogare?

L’Arte
Tra sogno e realtà: da Punta San Vigilio al Santuario della Madonna della Corona

Ci sono posti magici, paesaggi o scorci suggestivi, che sembrano dipinti e ci fanno rimanere a bocca aperta, come davanti ad un’opera d’arte. Chissà se è capitato anche Gustav Klimt, che si innamorò di Malcesine e della chiesa di Cassone e li dipinse nel 1913; o al premio Nobel per la Letteratura Andrè Gide, che, da luglio a settembre del 1948, si trasferì a Torri del Benaco di cui amava il paesaggio e il calore delle persone.

Ma anche Borghetto di Valeggio sul Mincio con i suoi mulini e il ponte visconteo del 1300, non è forse un capolavoro a cielo aperto?

E non lo è anche Punta San Vigilio, a Garda, uno degli scenari più suggestivi dell’intero lago, da sempre meta di visitatori illustri tra duchi, re ed imperatori? Così bella che lo statista inglese Winston Churchill la scelse per ritirarsi a vita privata. Se la costeggi via lago puoi vedere la cinquecentesca Villa Guarienti Brenzoni con il suo parco privato; poi c’è la chiesetta aperta al pubblico una volta l’anno, il 25 Aprile, un bar ed una locanda del ‘500 diventata albergo e ristorante.

Se hai voglia di stupirti da San Vigilio sali a piedi verso il Monte Luppia: potrai vedere, in località Brancolino, alcune delle più famose incisioni rupestri del Garda e del Monte Baldo, come la Pietra delle Griselle, che raffigura una barca con delle scalette, o la cosiddetta Pietra dei Cavalieri scolpiti su un lastrone di roccia!

Decisamente suggestivi anche le Chiese Medievali di Brenzone sul Garda, l’Eremo di San Giorgio a Bardolino e il Santuario della Madonna del Frassino a Peschiera del Garda. E il Santuario della Madonna della Corona, a Spiazzi, lo hai mai visitato? E’ costruito in un incavo del Monte Baldo, a strapiombo sulla Val d’Adige!

Per il suo patrimonio figurativo, non perderti Bussolengo, anche detto “Pagus Pictus”, paese dipinto, per gli affreschi delle sue chiese. La più famosa è senz’altro la Chiesa di San Valentino, patrono della città, del 1100.