Benvenuti a Sona
Per la sua posizione strategica e per la dolcezza delle sue colline moreniche, fin dai tempi antichi, Sona ha sempre esercitato un grande potere d’attrazione

Sona

Per la sua posizione strategica, a metà strada tra Verona e il Lago di Garda, che dista una decina di chilometri, e per la dolcezza delle sue colline moreniche ricoperte da vigneti, ulivi, ciliegi e peschi, fin dai tempi antichi Sona ha sempre esercitato un grande potere d’attrazione. Qui si insediarono i longobardi, poi i romani, gli Scaligeri; in seguito passò sotto la Serenissima Repubblica di Venezia e di quel periodo restano splendide ville e corti rurali. Tante le testimonianze anche del Risorgimento italiano e delle battaglie combattute tra Sona e Custoza nel 1848, come la torre di avvistamento detta La Guglia immersa nel secolare Parco Romani di Villa Trevisani.

Oggi il comune di Sona comprende le frazioni di Palazzolo (dove svetta la Torre Scaligera), San Giorgio in Salici e Lugagnano, complessivamente circa 18mila abitanti, ed alla tradizionale vocazione agricola e vitivinicola ha affiancato quella turistica.

Sono tante le manifestazioni e gli eventi che attirano un numero di visitatori  crescente, come le tante Sagre tra giugno e settembre, per esempio quella di Sant’Anna a Lugagnano, o la Festa degli Ossi de porco l’8 dicembre o ancora la sfilata di Carnevale la terza domenica di Quaresima, con la maschera ufficiale del paese, lo Tzigano, carri allegorici e figuranti che arrivano in centinaia dall’estero!

Da non perdere il mercato settimanale, a Lugagnano il martedì mattina, dove trovare i prodotti locali di stagione.

Quanto ai punti di interesse anche qui c’è l’imbarazzo della scelta. A Palazzolo c’è la Pieve di Santa Giustina, considerata la più antica d’Europa e costruita prima dell’anno mille sulle rovine di un tempio romano.

A Lugagnano, la Chiesa di Sant’Anna ospita il capolavoro dell’artista contemporaneo Federico Bellomi: Arbor redentionis, 240 metri quadri di superficie dipinta per rievocare la storia della Salvezza.

E presso la Biblioteca di Sona il Museo paleontologico Attilio Fedrigo” raccoglie reperti di fossili delle ere più antiche di provenienza italiana ed estera.

Tante anche le bellezze naturali da scoprire attraverso gli itinerari cicloturistici che attraversano il territorio, come il Bagolaro, l’albero più antico della provincia di Verona con i suoi 400 anni, a San Giorgio in Salici, località Corte Pietà, o il tunnel dell’amore, in località Guastalla, percorso pedonale affiancato da due ramificazioni del fiume Tione e abbracciato da una volta naturale di piante e fiori!

Video

Eventi a Sona

Dove vuoi dormire?

Trova il tuo alloggio

Scopri la soluzione più adatta a te!

Hotel

Ottima ristorazione e totale relax

Appartamenti

Spaziosi e forniti di tutti i comfort

Affittacamere e B&B

Per coccolarti e sentirti come a casa

Campeggi e villaggi

Nella natura per una vacanza Green