Kitesurf

Il kitesurf è probabilmente la disciplina velica che ha avuto la maggior diffusione negli ultimi anni

Il kitesurf (o kiteboard) è probabilmente la disciplina velica che ha avuto la maggior diffusione negli ultimi anni, probabilmente grazie alla sua spettacolarità, alla velocità di apprendimento e all’ingombro ridotto dell’attrezzatura, facilmente trasportabile persino in moto. Bastano pochi giorni per imparare a pilotare il kite, un grande aquilone in grado di sviluppare la trazione che permette di navigare ma anche di spiccare quei salti e quelle acrobazie che rendono questo sport così adrenalinico.  

E il Lago di Garda è subito diventata una delle mete favorite per gli appassionati di questo sport, che sono sicuri di trovare le condizioni di vento ideali per far volare i loro kite, specialmente nella zona tra i comuni di Brenzone e di Malcesine sulla sponda veronese e a Campione sul lato bresciano.

Proprio a nord di Malcesine e a Campione si trovano, infatti, due corridoi di uscita dedicati esclusivamente ai kiter. Ma anche in altre località dell’alto lago, dove non si trovano spiagge sufficientemente spaziose per il decollo dei kite, lo sport si può praticare in tranquillità, grazie ai numerosi centri sportivi che hanno organizzato dei servizi di lancio e recupero tramite barche a motore, direttamente a centro lago: questo sistema è particolarmente amato dai principianti, perché permette di divertirsi e di godersi il vento senza pensieri. Per non parlare poi delle numerose e rinomate scuole, che offrono corsi e lezioni di ogni livello e per ogni età, fornendo tutto il materiale necessario.

A sud di Garda, dove il bacino si allarga, il vento di solito è meno intenso, ma proprio per questo alcune spiagge del basso lago diventano il punto di partenza ideale quando a nord il vento è fin troppo impetuoso.